DOPO LA ROTTURA DELLE TRATTATIVE PER IL RINNOVO DEL CCNL MERCI E LOGISTICA
È IL MOMENTO DI FARCI SENTIRE!

DOPO LA ROTTURA DELLE TRATTATIVE PER IL RINNOVO DEL CCNL MERCI E LOGISTICAÈ IL MOMENTO DI FARCI SENTIRE!

SE NON ORA QUANDO?
PER UNO SCIOPERO NAZIONALE DI CATEGORIA
!

Oltre 14 mesi per una trattativa fatta a singhiozzo e poco convinta da parte di tutti causa pandemia. Nel frattempo, mentre una parte lavorava senza risparmiarsi, l’altra contabilizzava i proventi ma tutto era giustificato in questo contesto, tranne il suo esito improvviso che ha spiazzato le stesse OOSS. Le imprese hanno gettato la maschera.

Questa è la realtà dei fatti. La scusa del calo produttivo è ipocrita! Il calo (relativo) del fatturato del settore non ha nulla di comparabile con il crollo dell’economia in generale.

Ci hanno descritto come il “sistema circolatorio dell’economia nazionale”, come quelli che hanno permesso di evitare il tracollo economico. Hanno parlato di noi con grande passione elogiando le capacità di sacrificio, di dedizione come per altre categorie a rischio. Siamo quelli che abbiamo aiutato il paese a restare una comunità … e le imprese, a mantenere un ruolo sul mercato e per diverse di loro, l’occasione per fare montagne di profitti.

E poi… il 23 febbraio 2021, le imprese mostrato il loro vero obbiettivo.

Un comunicato delle nostre OOSS nazionali confederali elencano gli obbiettivi dei padroni:

– aumento dei contratti precari: ampliamento del lavoro a chiamata e della stagionalità;
– cambi di appalto senza diritti certi, staff leasing. Ampliare il doppio binario contrattuale;
– meno diritti: ulteriori flessibilità per il personale non viaggiante, lavoro H24 7giorni su 7;
– nessun aumento di salario ed azzeramento di quelli territoriali.

Il Contratto è scaduto a DICEMBRE 2019 pertanto siamo a 14 mesi di ritardo.

La piattaforma rivendicativa è stata presentata nel giugno 2019 non possiamo definirla certamente adeguata ai tempi. Rappresenta una realtà spazzata via dal Covid-19.

Pertanto, forse dovremmo tornare a discuterne e adeguarla sull’onda di questa chiusura delle imprese… SONO NECESSARIE LE ASSEMBLEE, BASTA RESTARE AD ASPETTARE!

Ad oltre due settimane dal comunicato nazionale, mentre il paese sta ripiombando nel “caos dei colori”. È ORA DI ORGANIZZARE INIZIATIVE DI CONFRONTO CON I LAVORATORI E DI PREPARARE UN GRANDE SCIOPERO GENERALE! ADESSO!

I lavoratori e le lavoratrici del settore merci e della logistica sono una comunità responsabile che si è adoperata e lo farà ancora, senza esitazione per l’intera comunità … ma non siamo fessi.

PRETENDIAMO SALARIO, DIRTTI E RICONOSCIMENTI VERI PER IL NOSTRO LAVORO!
14 MESI SONO STATI SUFFICIENTI! È ORA DI AGIRE! SE NON ORA QUANDO?
NESSUNA CONCESSIONE ALL’ARROGANZA DEI PADRONI
ORGANIZZIAMO ASSEMBLEE – INIZIATIVE- È ORA DI FARCI SENTIRE!
SCIOPERO GENERALE, ORA! SENZA SÉ SENZA MA.

GIORNATE DI MARZO – ALTERNATIVA IN FILT-CGIL

Autore